top of page
  • Writer's picturecristina molinari

Scopri cosa fare e cosa pensare PRIMA di una partita

Forse è successo anche a te di attendere una partita importante nella quale avevi riposto molte aspettative, e di sentire un po’ di agitazione.


In questi casi è piuttosto frequente entrare in una sorta di circolo vizioso: sai che è bene mantenere la calma per approcciare al meglio la competizione, e più pensi all’importanza di restare calmo più ti agiti.

Magari proprio cercando di calmarti ti sei ritrovato a pensare a tutto ciò che avresti voluto evitare, o agli errori che avresti potuto fare, o a temere in anticipo qualche avversario;


Oppure hai immaginato qualche situazione difficile che avrebbe potuto capitare in partita per poi realizzare giocando che stava succedendo davvero, concludendo con un “Lo sapevo io!”


Il pre gara può essere il nostro più grande nemico se non sappiamo come gestirlo, vediamo quindi cosa fare e pensare prima di una partita.


Molto spesso quando si avvicina una gara importante, il giocatore avverte sensazioni fastidiose come preoccupazione e tensione, e pure sapendo quanto sia importante arrivare in campo calmo e riposato, non riesce a farlo.


Il modo migliore per ottimizzare il giorno prima di una partita importante è immaginare come si desidera giocare quella partita.


La Visualizzazione (cioè l’immaginare qualcosa esattamente come desideriamo che avvenga) è un’attività molto potente perché per il nostro cervello un’esperienza vividamente immaginata corrisponde a un’esperienza realmente vissuta.


Forse ti starai chiedendo come mai questo dovrebbe essere interessante per te, vediamolo insieme.


Nel momento un cui immagini te stesso giocare la partita, puoi decidere in anticipo come giocarla, visualizzando un ottimo gesto tecnico, aggiungendo un buon movimento delle gambe, visualizzando te stesso che in ogni fase della partita esegui con precisione i colpi che hai scelto in modo strategico.


Questo tipo di attività cerebrale, attiva gli stessi distretti muscolari che si attivano quando esegui realmente i movimenti: si hai capito bene, se immagini di fare uno smash, nel tuo corpo si attivano i distretti muscolari coinvolti in quel gesto tecnico.


Questo significa che la sera prima della partita puoi allenarti stando comodamente sdraiato sul tuo letto ed utilizzare al meglio quel momento in preparazione della tua performance.


Quindi ti sto dicendo che non serve sudare in campo e puoi allenarti disteso sul letto? No, devi allenarti in campo E inoltre puoi ottimizzare i momenti in cui non sei in campo per le visualizzazioni.


Quindi ti sto dicendo che se un giocatore è scarso e immagina di giocare bene il giorno dopo sarà un fenomeno? No, se non hai quel gesto tecnico devi impararlo, se non riesci a leggere il gioco devi imparare a farlo e a quel punto la visualizzazione ti potrà aiutare.

Pensaci un istante, se non sai come si fa il gesto tecnico, come puoi immaginarlo?


Riassumendo: la sera prima del torneo, partita, gara, prenditi il tuo tempo, rilassati e respirando con il diaframma chiudi gli occhi e immagina te stesso mentre giochi la partita.


Presta attenzione ai dettagli, alle sensazioni fisiche, ascolta i suoni e lascia che le immagini scorrano fluide fino a quando ti addormenti.


Quando ti svegli, prenditi qualche momento, chiudi gli occhi e di nuovo visualizza te stesso impegnato nella performance, porta la tua attenzione sulle sensazioni che provi, sui suoni, sui colori e su ciò che vedi e senti.





fallo quanto più spesso possibile, anche per le partite di allenamento o le partite con gli amici, tanto più ti allenerai tanto più sarà semplice farlo prima di performance importanti.


Il beneficio principale di questo tipo di allenamento è la possibilità di ottimizzare i tuoi allenamenti e il tuo tempo, programmando le tue vittorie.


10 views0 comments

Comments


bottom of page